Klinkhamer

Klinkhamer

Descrizione e passaggi costruttivi


Questa mosca è stata creata da Hans van Klinken ed il metodo di costruzione è stato descritto da Oliver Edwards nel suo libro “Flytyers Masterclass”.

E’ un modello che nella versione originale è molto generoso nelle dimensioni (circa 2 cm di diametro del parachute). Secondo il suo ideatore imita un tricottero in schiusa ma variando il colore di addome e torace può essere valido anche per imitare altri insetti, soprattutto terrestrial.

La sua efficacia è ben nota a chiunque l’abbia adoperata, sia nei confronti delle trote che dei temoli (nonostante le generose dimensioni).

Probabilmente il suo potere adescante è dovuto alla posizione che assume in acqua, soprattutto all’addome che risulta inclinato rispetto al torace.

Per ottenere questo effetto Edwards raccomanda di piegare leggermente il primo quarto dell’amo di circa 20° con l’ausilio di un accendino per scaldare ed ammorbidire il metallo.

I materiali possono variare a seconda dei gusti del costruttore, personalmente preferisco utilizzare componenti idrofili per l’addome lasciando inalterato il torace in herl di pavone.

Anche i colori sono suscettibili di variazione dall’originale: addome nero (con tinsel argento), verde, giallo oppure grigio, ali in polipropilene bianco oppure rosa (per distinguerlo meglio nelle acque più turbolente), in cdc o in coda di vitello.

Le hackle possono essere ginger, grizzly o blue dun.

Tuttavia, nonostante questo elenco possa proseguire in relazione ai personali gusti di ognuno di noi, ho deciso di presentare l’artificiale in quella che sembra essere la sua “ricetta” originale.

Amo: Partridge “Klinkhamer” oppure Partridge “Long Shank Sedge” K12ST mis. dalla #8 alla #14;

Filo di montaggio: Sottile 8/0 di colore chiaro;

Addome: dubbing sintetico tagliato fine medium brown dun;

Torace: 2 0 3 Herl di pavone;

Ali: Poly yarn bianco o grigio chiaro;

Hackle: gallo ginger;

PASSAGGI COSTRUTTIVI

Dopo aver fissato l’amo sul morsetto piegarlo come descritto ed avvolgere il filo di montaggio fermandosi più o meno sul punto di piegatura.

Fissare quindi il poly yarn sufficiente a creare un “ala” ben visibile e formare la conicità del corpo con il materiale in eccedenza.

Tornare con il filo di montaggio in prossimità dell’ala e con questo compattarne la base con alcuni giri al fine di creare una base d’appoggio per il parachute.

Fissare quindi l’hackle di gallo e portarsi con il bobinatore nuovamente presso la curvatura dell’amo.

A questo punto realizzare un’asola per il dubbing preparato in precedenza ed avvolgere lo stesso fino a pochi mm. Prima della base dell’ala.

Fermare 2 0 3 herl di pavone subito dopo la fine dell’addome in dubbing ed avvolgerle in spire serrate sia dietro che davanti l’ala.

Fissare le herl con il filo e procedere all’avvolgimento dell’hackle (4 o 5 giri) facendo attenzione che ogni giro passi sotto al precedente. Bloccare quindi con il filo di montaggio e realizzare il nodo di chiusura.

La Klinkhamerè servita!

Ottavio Argenio

 

 

About LUCAC71