Home - Sommersa in torrente | Lancio e tecniche di Pesca a Mosca | Forum

Sommersa in torrente | Lancio e tecniche di Pesca a Mosca | Forum

Avatar

Per piacere
ospite prendi in considerazione di registrarti

sp_LogInOut Accedi

Hai perso la password?
Ricerca avanzata

— Ambito del Forum —




— Match —





— Opzioni del Forum —





La lunghezza minima di una parola di ricerca è di 3 caratteri - La lunghezza massima di una parola di ricerca è di 84 caratteri

sp_Feed RSS Argomento sp_TopicIcon
Sommersa in torrente
6 febbraio 2016
18:28
Avatar
flyedo

Subimago

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 269
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Ciao,

vediamo se l’argomento “stuzzica”…tecnica sommersa in torrente: 

come gestire il lancio per dare “vita” all’artificiale

come sfruttare le correnti

consigli sul montaggio: quali espedienti per dare movimento alle hackles?

 

Edo

7 febbraio 2016
21:17
Avatar
Lorenzo Nogara

Mayfly

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 1849
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Bellissimo discorso. Pesca molto bella e affascinante oltre che catturante. Un grande maestro di tale tecnica è il francese L. de Boisset.

Molto bello e interessante il suo libro: riabilitazione della mosca sommersa.

LorenzoVda

9 febbraio 2016
08:56
Avatar
Lorenzo Nogara

Mayfly

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 1849
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Per praticare questo tipo di pesca si deve usare minimo una 9 piedi ma una 10 piedi la preferisco per far lavorare meglio le mosche in pesca. Il lancio è molto simile a quello della secca ma non si deve chiudere il loop poichè si rischia di fare una parrucca con il finale. In questo caso devi proprio ruotare il polso per arrotondare il loop in modo che le mosce si posano sulla superficie srotolandosi. Giocando con le correnti si possono fare affondare, ma diventano micidiali appena sotto la superficie e in dragata a fine passata. Solitamente ne utilizzo 2 ma in fiumi di una certa portata anche 3. Le mosche vanno montate minimo a 60 cm l’una dall’altra, mettendo sempre la più grossa e pesante in testa. Ottimo l’abbinamento con una ninfa, in testa, non piombata.

Ciao

LorenzoVda

9 febbraio 2016
19:16
Avatar
flyedo

Subimago

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 269
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Quindi molte pose curve, lanci sottovetta, controllo del loop e dello shooting…

penso che una delle difficoltà sia data dalla necessità di percepire la mangiata: occorre avere il controllo del sistema ma contemporaneamente evitare movimenti innaturali della mosca che deve seguire le correnti senza dragaggi..quindi la giusta tensione del sistema coda finale 

riuscire a gestire finale e coda sfruttando le diverse correnti per arrivare a fare lavorare le mosche alla necessaria profondità evitando i dragaggi….è arte!!

Chiusella??

Ciao 

 

Edo

10 febbraio 2016
21:22
Avatar
Lorenzo Nogara

Mayfly

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 1849
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Premetto che lanci tanto lunghi con questo sistema di pesca non si fanno ed è preferibile usare l’ellittico della tecnica austriaca, quindi non assolutamente sul piano di lancio. Partendo dal presupposto che peschi con una 9/10 piedi arrivi tranquillamente a una decina di metri. L’attacco solitamente si fa di alto del corso del fiume facendo poi scendere le mosche leggermente in trattenuta con grossa deriva alla fine della passata. Negli occhi e nei giri d’acqua peschi cone se dovessi fare un angolato rallentato tenendo in leggera tensione tutto il sistema. Si può pescare anche a risalire ma devi riuscire a recuperare velocemente. La mangiata non è difficile perchè solitamente vedi la bollata se peschi appena sotto la superficie, mentre se peschi un pochino più sotto senti lo strattone, certo non devi lasciare libero la coda altrimenti non riesci neppure a ferrare. Poi ti farò vedere sul Chiusella.

 

LorenzoVda

11 febbraio 2016
18:42
Avatar
flyedo

Subimago

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 269
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

La tecnica a risalire è intrigante…riuscire a derivare le mosche senza farle dragare appena sotto la superficie…inoltre affrontando dal basso si disturba meno il pesce…

Una 9? secondo te qual è l’azione migliore che la canna deve avere?

Ciao

 

Edo

12 febbraio 2016
19:15
Avatar
ceskofive

Ninfa

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 100
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Concordo con Lorenzo 9/10 piedi progressiva, quest’ultimo lo penso io

Salud

12 febbraio 2016
21:06
Avatar
Lorenzo Nogara

Mayfly

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 1849
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Ottimo anche un bel Letal leggermente piombato, da usare nelle buche di un certo livello. La canna in certi torrenti va bene anche la 9 ma una 10 progressiva come dice giustamente Cesko è ottima.

Questa primavera sul Chiusella ti faccio vedere e provare così cominci a ciappare pure tu. Ti ricordi il trotone sul Chiusella alto preso con le emergenti? Altro particolare interessate è anche la costruzione delle imitazioni. Il metodo di montaggio cambia da costruttore a costruttore comuqnue montare le hacles in avanti, metodo Bartellini, fa flutturare meglio la mosca, il classico collarino va bene ovunque e quelle sparate all’inditetro sono ottime per le correntine di fondo buca fatte lavorare i semi trattenuta.

A risalire lo si fa principalmente d’estate con i livelli bassi e acqua non fredda, i pesci in questo caso stazionano sempre a fondo buca, quindi l’attacco non va mai fatto in linea diretta ma sempre di lato sondando prima la rive per poi puntare a metà buca.

Se poi decidiamo di fare anche gli incontri estivi, possiamo affrontare bene questo discorso delle varie tecniche di pesca oltre ovviamente all’uso della TS razionalizzata alla pura pesca.

 

LorenzoVda

12 febbraio 2016
22:48
Avatar
flyedo

Subimago

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 269
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Me lo ricordo bene quel trotone! questa stagione il Chiusella lo battiamo tutto!

Sono convinto che mosche da utilizzare come sommerse o emergenti ma che riescano, se ben asciugate e ingrassate, anche a lavorare sulla superficie sono micidiali : in definitiva mosche che cercano di imitare un insetto “vivo” nel suo muoversi. In questa direzione sto cercando di limitare al massimo le mie costruzioni.

Chiaramente poi sono la capacità di controllare il lancio razionalizzato alla tecnica di pesca e all’ambiente che fanno la differenza!!

Direi che sarebbe una grande opportunità proseguire gli incontri anche in primavera!

In valle e nei posti che tu sai però vengo solo io!!!!!

 

Ciao 

Edo

13 febbraio 2016
13:09
Avatar
Lorenzo Nogara

Mayfly

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 1849
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Hai detto bene, l’emergente ben asciutta galleggia e tiene bene l’acqua. Ovviamente controllare il lancio è utile per portare l’imitazione a segno ma poi c’è tutta la fase di controllo della passata, quindi di far lavorare l’imitazione nel modo più utile possibile. Il lancio è un elemento complementare dell’azione di pesca ma non l’unico, come invece molti pensano.

Da come è nata la discusione penso che ci siano diversi amici che hanno la voglia di continuare gli incontri anche durante l’apertura della pesca proprio per finalizzare il lancio alla pesca. Sicuramente si apriranno nuovi orizzonti e discussioni, ma il bello della pam sono proprio questi confronti e dibattiti.

Più che la pesca in Valle, stò aspettando la primavera innoltrata per iniziare a pescare in Francia i temoli nei torrenti che mi ha suggerito il Guardapesca dell’Ain. Questi però si pescano a secca.

LorenzoVda

14 febbraio 2016
18:24
Avatar
flyedo

Subimago

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 269
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Più che la pesca in Valle, sto aspettando la primavera inoltrata per iniziare a pescare in Francia i temoli nei torrenti che mi ha suggerito il Guardapesca dell’Ain. Questi però si pescano a secca…

…cedendo alla violenza faremo questo sforzo!

….diversi amici hanno voglia di continuare gli incontri anche durante l’apertura della pesca proprio per finalizzare il lancio alla pesca. Sicuramente si apriranno nuovi orizzonti e discussioni, ma il bello della pam sono proprio questi confronti e dibattiti….

….Lorenzo parole d’oro! il confronto è fondamentale, senza discussione non si aprono prospettive e tutto si ferma!

Il lancio, la tecnica, la costruzione, tutto è finalizzato alla pesca e alle emozioni che ricerchiamo e che, ogni volta, ci meravigliano. 

 

Ciao

Edo

14 febbraio 2016
19:08
Avatar
Lorenzo Nogara

Mayfly

Istruttore SIM
Messaggi del Forum: 1849
Iscritto dal:
23 settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

…faremo questo sforzo per pescare in Francia nel bacino dell’Ain. Per gli incontri anche nella bella stagione pianifichiamo durante l’ultimo incontro invernale il 28 febbraio. Sicuramente per poter lavorare bene sarebbe utile stare almeno due giorni sul fiume, ma non tutti forse riescono a farcela per cui vedremo il da farsi.

Sicuramente stare assieme a confrontarci ogni volta sulla tecnica è molto construttivo e importante per capire sempre di più dove si vuole e si può arrivare.

 

Un saluto.

 

LorenzoVda

Fuso orario del forum:Europe/Rome

Record di utenti connessi:71

Attualmente connessi:
13 Ospite(i)

Attualmente stanno visitando questa pagina:
1 Ospite(i)

Utenti più attivi:

Statistiche Utenti:

Ospite: 11

Utente: 1337

Moderatore: 1

Amministratore: 3

Statistiche del Forum:

Gruppi:2

Forum:22

Argomenti:2813

Messaggi:63703

Utenti più recenti:

solo, Gianpaolo Joppi, Omar, Mario, Tapenco, Giuseppe Carbone, Andrea, Alfio, Alessandro, ALESSANDRO

Moderatori:webmaster: 137

Amministratori:Roberto: 1120, LUCAC71: 10480, Marco: 27