Home - Ali delle effimere | Costruzione artificiali | Forum

Ali delle effimere | Costruzione artificiali | Forum

Avatar

Hai perso la password?
Ricerca avanzata

— Ambito del Forum —




— Match —





— Opzioni del Forum —





La lunghezza minima di una parola di ricerca è di 3 caratteri - La lunghezza massima di una parola di ricerca è di 84 caratteri

sp_Feed RSS Argomento sp_TopicIcon
Ali delle effimere
29 Gennaio 2011
19:04
Avatar
linus34

Mayfly
Registrato
Messaggi del Forum: 2086
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Anno 1974, allegato alla rivista Caccia e Pesca c’era un opuscolo di venti pagine di Carlo Rancati intitolato: Le Effimere come riconoscerle.
L’autore molto sinteticamente e in modo essenziale, dava un quadro di come riconoscere questi insetti, senza peraltro entrare nell’entomologia nel senso scentifico ma, solo per l’utilità del pam. Non sto qui a raccontarlo tutto, mi soffermo su quanto concerne le ali e cerci.

Cloeon e Procloeon                            = due ali e due cerci
Centroptilum                                       = quattro ali e due cerci
Baetis                                                = quattro ali e due cerci
Ecdyonurus                                         = quattro ali e due cerci
Rhitrogena e Heptagenia                      = quattro ali e due cerci
Caenis                                                = due ali e tre cerci
Ephemera                                           =quattro ali e tre cerci
Ephemerella                                        = quattro ali e tre cerci
Habrophlebia,
Paraleptophlebia e
Leptophlebia                                        =quattro ali e tre cerci
Poi naturalmente descriveva taglie e colori con visualizzate ali anteriori e posteriori.
Spero che venga gradito.

29 Gennaio 2011
20:38
Avatar
ERI - Pe

Mayfly

Socio SIM
Messaggi del Forum: 2198
Iscritto dal:
7 Febbraio 2007
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Devo avere qualche rivista di Ravizza Sport (quelle date in omaggio 45 anni fa) che mi regalò un PAM quando cominciai a pescare a mosca. In queste riviste ci sono articoli di Carlo Rancati e descrive l’essenziale in quattro righe.
Oggi stanno tutti a rigirarsi le parole come per incensarsi di un’aura di sapienza… quando spiegare che uno più uno non ci vuole molto a dire che fa due.
Quello che hai postato è lo specchietto essenziale per riconoscere le famiglie il resto va ai colori… non ci vuole molto e ancora scrivono certi tomi da far venire il mal di coccia… :o

29 Gennaio 2011
20:52
Avatar
Roberto
Amministratore
Messaggi del Forum: 1121
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea
[quote author=linus34 link=topic=2843.msg55412#msg55412 date=1296324254] …
Spero che venga gradito.

Sono sempre graditi questi saggi di sapienza dei bei tempi andati nei quali i singoli articoli erano molto più esaurienti dei libri degli stessi autori, ma usciti successivamente.

Grazie Lino.  ;)

Roberto Brenda - Montesilvano (PE) - "La preda esibita è solamente la dimostrazione della nostra insicurezza".

29 Gennaio 2011
21:28
Avatar
LUCAC71
Corropoli (TE)
Amministratore
Messaggi del Forum: 10720
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

cioè…. non lo sapevo ma solo due "generi, famiglie, specie" o come cavolo si chiamano di insetti hanno 2 ali, metre tutte le altre ne hanno 4

che entomolo-ignorante che sono  :-

ricordati:
1) di presentarti a simfly.it nell'apposita sezione
2) di non porre domande su argomenti già aperti
3) se ravvisi un problema parlane prima in privato con i moderatori

30 Gennaio 2011
00:30
Avatar
Otto

Mayfly

Socio SIM
Messaggi del Forum: 1955
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Eri è certo che per il pescatore a mosca "medio" le informazioni sugli insetti possono essere ridotte all’osso ;) e non sarebbe necessario acquistare e studiare testi di entomologia (peraltro materia vastissima).
Ma c’è anche chi sviluppa una sana curiosità per il mondo degli invertebrati (vedi il caro Roberto) e magari vuole approfondire aspetti poco noti ai più e che possono rivelarsi utili sia in fase di costruzione che in pesca :)
Anche questo aspetto può rientrare a pieno titolo nell’arte della pesca a mosca ;)

"Wildness is the Preservation of the World, so seek the Wolf in Thyself"

30 Gennaio 2011
09:29
Avatar
SergioCH

Mayfly

Socio SIM
Messaggi del Forum: 2700
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Sono d’accordo: le nozioni per riconoscere gli insetti quanto basta  ai fini della PAM si riassumono in poche righe.  Il resto è interessante ma optional. Il "problema" è  che quelle poche nozioni fondamentali non si trovano riassunte ma sono disperse nella nuvola di informazioni presenti nei libri, su internet ecc. E poi bisogna anche ammettere che fra i PAM si è persa la cultura dell’entomologia da pesca – qui sta a noi cambiare rotta e insegnare qualcosa alle nuove leve. A me girano un po’ le scatole quando vedo PAM novellini che si interessano subito a cose in foam o mosche da laghetto, tralasciando completamente il nesso insetto-pesce-PAM.

Ciao ciao!
Sergio CH

30 Gennaio 2011
09:59
Avatar
LUCAC71
Corropoli (TE)
Amministratore
Messaggi del Forum: 10720
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

beh… va beh

allora preparate i materiali che il sito ha bisogno di essere ristrutturato nella materia  ;)

ricordati:
1) di presentarti a simfly.it nell'apposita sezione
2) di non porre domande su argomenti già aperti
3) se ravvisi un problema parlane prima in privato con i moderatori

30 Gennaio 2011
10:38
Avatar
linus34

Mayfly
Registrato
Messaggi del Forum: 2086
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Caro Ottavio,se ti guardi un poco in giro, troverai fior di pam che hanno trovato nell’entomologia applicata alla pesca, motivo di arricchimento culturale fine a se stessa, alla propria conoscenza, "…..fatti non foste….". Questo, non vuol dire che tutti i pam lo possono fare e perchè lo devono.
Il pam che arricchisce il suo svago, perchè di svago si tratta, con l’approfondire lo studio degli insetti acquatici, è dotato di un dono collaterale, la stessa cosa si può dire del pam che si dedica a perfezionare oltremodo la tecnica di lancio o il tal’altro che eccelle nella costruzione imitativa degli artificiali. Devono essere tutti così? Non credo. La maggior parte dei pam, non è che si bea della sua ignoranza, se di ignoranza si tratta, semplicemente si dedica al suo svago preferito umilmente e con semplicità senza dannarsi l’anima per come sono fatti gli organi genitali di B. Rhodani.

30 Gennaio 2011
10:46
Avatar
Otto

Mayfly

Socio SIM
Messaggi del Forum: 1955
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Linus, sono d’accordo con te ma ti faccio una domanda semplcissima. Quanti pescatori a mosca ci sono che conoscono le poche ma preziossissime righe che ha scritto Sergio sull’altro thread. In fondo si tratta di entomologia "applicata" e non di mere curiosità, di informazioni preziose se vuoi capire un po’ meglio come funzionano i rapporti tra pesci e prede :)

A me farebbe piacere integrare il sito con queste nozioni di entomologia e di "etologia" degli insetti acquatici. Sergio mi sembra bravo e sufficientemente preparato, Roberto è un fine conoscitore dell’entomologia ed un bravo fotografo, Luigi è sulla sua stessa strada.
Credo che con un po’ di impegno e collaborazione si possa fare qualcosa di buono… ;)

"Wildness is the Preservation of the World, so seek the Wolf in Thyself"

30 Gennaio 2011
11:04
Avatar
linus34

Mayfly
Registrato
Messaggi del Forum: 2086
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Ottavio, forse diciamo le stesse cose. Vogliamo integrare? Sfondi una porta aperta. Il tutto però, solo nell’essenziale se no, come dice Eri…..la coccia. Quello che scrive Sergio, l’ho sempre letto con interesse e ammirazione per il semplice motivo, che quanto dice non è barocco.

30 Gennaio 2011
11:39
Avatar
moreno
Ospite
Visitatore

Ciao Otto
sostengo esattamente ciò che hai scritto al 101%.
Quel che ha fornito Sergio, e il modo sintetico e pregnante con cui l’ha fatto, vale oro per tutti coloro che vogliono fare le cose con consapevolezza.

Mauro

30 Gennaio 2011
14:56
Avatar
SergioCH

Mayfly

Socio SIM
Messaggi del Forum: 2700
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Personalmente preferisco la discussione in un thread di entomologia alla lettura di un articolo sullo stesso argomento. Credo infatti che se ognuno ci mette del suo, un thread alla fin fine puo’ dare tanto ed essere ben piu’ didattico di una pubblicazione specializzata. Opinabile, ovviamente. :)

Cio’ detto, posso consigliare due autori che secondo me hanno scritto libri e articoli di vera "entomologia da PAM", ovvero sapere entomologico collegato alla scelta dell’artificiale e al suo corretto impiego sul fiume. Il primo autore è Jürgen Schrodt, il secondo è Walter Reisinger (entrambi hanno pubblicato quasi tutto in tedesco, per cui risultano poco conosciuti nel mondo PAM).

Gli altri autori per me sono tutti troppo settoriali, nel senso che descrivono si’ gli insetti nei minimi dettagli ma poi non spiegano come "affrontarli" in pesca. Un po’ come quei libri di micologia che descrivono i porcini senza uno straccio di consiglio se andarli a cercare in un pioppeto, nei prati, fra le betulle o nei faggeti…  :)

Lo Schrodt lo lessi prima negli anni ’90, senza capirlo; solo 10 anni piu’ tardi ne capii lo spessore tecnico per la PAM pratica. Ma la vera folgorazione sulla via di Damasco l’ebbi col Reisinger: per la prima volta, leggevo un PAM-autore che assemblava il sapere entomologico a ritroso, vale a dire partendo non dai dettagli scientifici degli insetti ma dalle esigenze alimentari del pesce e quelle alieutiche del PAM. Poi, ebbi la fortuna di stare sul fiume con Reisinger per alcuni giorni, prima da lui in Austria e poi qui da noi in CH – un incontro che lascio’ il segno. Penso che tutti noi abbiamo esperienze simili di giornate passate in compagnia di persone speciali che ti lasciano un imprinting, che si tratti di PAM o altri ambiti.

Ciao ciao!
Sergio CH

6 Giugno 2011
10:25
Avatar
reel

Ninfa
Registrato
Messaggi del Forum: 95
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

ciao e ben ritrovati a tutti.

leggendo ciò mi sorge un dubbio, ma i pesci riescono pure a contare quante ali sono state fatte alle effimere ?….:(, me tocca ricomincià da capo. :( :( :(

6 Giugno 2011
10:59
Avatar
LUCAC71
Corropoli (TE)
Amministratore
Messaggi del Forum: 10720
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

reel, ma tu ti fai tutti sti problemi?  :)

ricordati:
1) di presentarti a simfly.it nell'apposita sezione
2) di non porre domande su argomenti già aperti
3) se ravvisi un problema parlane prima in privato con i moderatori

6 Giugno 2011
15:12
Avatar
Otto

Mayfly

Socio SIM
Messaggi del Forum: 1955
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Ciao Reel, certo che i pesci non vedono quante ali hanno le effimere ma e leggendo i vari post te ne saresti dovuto accorgere ( ;) ), è importante per noi, o comunque per alcuni di noi, sapere con quali insetti abbiamo a che fare perché ogni famiglia di insetti si comporta in modo diverso dall’altra.
A seconda del tipo di insetto quindi andranno meglio alcuni tipi di imitazioni rispetto a altri.

Questo ovviamente se uno ha intenzione di fare le cose con un minimo di consapevolezza e razionalià :)

"Wildness is the Preservation of the World, so seek the Wolf in Thyself"

9 Giugno 2011
17:04
Avatar
Briatore

Imago
Registrato
Messaggi del Forum: 977
Iscritto dal:
23 Settembre 2012
sp_UserOfflineSmall Non in linea

Mai provato a leggere IL PESCATORE CON LA MOSCA ? li troverete una sterminata serie di insetti e per ognuno dei quali vengono specificati ed illustrati i cerci le ali, le zampe gli occhi le oreccie etc etc le illustrazioni sono fatte molto bene e sono capibilissime.
Io ho imparato li……..(sempre per quel che serve)
PS Se non erro è stato il primo libro di Roberto Pragliola e le illustrazioni sono di Massimo Gigli

I fear the day when technology overlaps with our humanity. The world will only have a generation of idiots.

Fuso orario del forum:Europe/Rome

Record di utenti connessi:296

Attualmente connessi:
17 Ospite(i)

Attualmente stanno visitando questa pagina:
1 Ospite(i)

Utenti più attivi:

Statistiche Utenti:

Ospite: 11

Utente: 7218

Moderatore: 1

Amministratore: 3

Statistiche del Forum:

Gruppi:2

Forum:22

Argomenti:3028

Messaggi:65406

Utenti più recenti:

Leandro Landi

Moderatori:webmaster: 137

Amministratori:Roberto: 1121, LUCAC71: 10720, Marco: 27