Home - Itinerari - Italia - Acque dolci - Recensione No-Kill Sim – San Pietro Avellana (IS)

Recensione No-Kill Sim – San Pietro Avellana (IS)

inizio nokillDopo aver istituito questo nuovo tratto No-Kill Sim a San Pietro Avellana (IS) a due passi dalla sede centrale della Sim a Castel di Sangro (AQ) abbiamo deciso di organizzare un’uscita di pesca per valutare il tratto, gli abitanti del fiume, gli insetti e la situazione tabellazione.

Di certo stiamo parlando di un tratto abbastanza infrascato per gli accessi, diverse pool di acqua liscia dove bisogna pescare a inizio pool e poi uscire dal fiume per saltare le zone delle acque che in queste pool sono abbastanza profonde.

All’interno dell’articolo anche due video di ottime catture.

 

 

tabella nokill simI permessi di pesca, per coloro che non sono provvisti di tessera Socio Sim, costano 10 euro per il giornaliero e per un componente che non era ancora tesserato alla scuola ne abbiamo acquistato uno presso la stazione di servizio sulla strada statale appena prima dello svincolo dell’uscita di San Pietro Avellana, molto semplice trovare il distributore, anche perchè si trova proprio sulla statale.

I parcheggi per le auto sono abbastanza comodi in quanto è possibile parcheggiare ad inizio tratto, a metà tratto e a fine tratto.

 

 

 

 

 

massimo nokill sim 2La giornata di pesca è stata abbastanza faticosa in quanto, come già detto, alcune zone obbligano ad uscire dal fiume per saltare delle lame di acqua calma e profonda. I passaggi esterni al fiume sono abbastanza difficoltosi a causa della vegetazione rigogliosa, ma questo fa parte delle sfide di un pescatore che decide di affrontare un tratto di fiume ancora discretaamente selvaggio, senza troppe comodità create appositamente dall’uomo.

 

 

 

massimo nokill sim 1Nella giornata si sono visti moltissimi insetti e questo è certamente un buon segno. Tricotteri, alcuni plecotteri, effimere varie tra cui molte red spinner (ecdyonurus venosus). Abbiamo usato imitazioni di effimere come red spinner, march brown e scarpantibus, imitazioni di tricotteri in pelo di cervo e Free Willy con la sua 11 settembre che ha lasciata legata sul suo tip per l’intera giornata, non per la efficcia ma quanto per un suo motivo ben preciso, infatti si è accontentato di una sola trota, ma aveva i suoi motivi…

 

 

 

Per quanto riguarda le catture effettuate dobbiamo subito dire una cosa, le misure delle trote che abbiamo catturato ci hanno lasciati tutti molto soddisfatti. Le misure erano nettamente oltre la media per un tratto di fiume che sino all’anno scorso era libero e aperto a tutte le tecniche. Già dalla prima cattura abbiamo avuto questa bella sorpresa, la misura era di circa 25 cm. Le trote successive erano tutte di misura tra 20 e 25 cm. ma tutti abbiamo catturato un paio di trote a testa che misuravano circa 30 cm.. Massimo invece ci ha stupiti con un esemplare che abbiamo stimato sui 35 cm.. I colori e le pinne erano stupendi, trote certamente residenti nel posto da anni.

Tutte le trote erano ben pinnate e soprattutto molto combattive, appena allamate davano sempre l’impressione di aver attaccato una trota molto più grande di quello che realmente era, ciò dimostra la buona salute dei pesci.

 

20160528 134440Ovviamente non poteva mancare il nostro classico pranzo a base di mozzarella di bufala DOCP gentilmente offerta dall’amico Giosuè, oltre del buon vino (caldo mio :-) e fresco di Giosuè) bruschette con pomodorini e rucola oltre a dell’ottimo salamino aquilano.

 

 

 

 

 

 

 

About LUCAC71