Home - News - Identità

Identità

Sabato 28 Settembre 2019, dalle ore 10.30 fino al calar del sole, presso il podere Cannavina di via San Giacomo Alvignano (CE), in un’ oasi naturalistica immersi nel verde delle colline,  avvolti nel fresco del fiume e delle sorgenti naturali, tra il giallo dei campi di grano si è svolto un happening di artisti e performer con una rappresentanza di agronomi e operatori del food e della innovazione nella produzione agricola di qualità della regione Campania.

Il progetto nasce dall’artista Rosanna Iossa che, dopo una prima

esperienza dell’anno scorso a Castel di Sangro in occasione della 18° edizione della Mostra di arte contemporanea “l’arte della pesca … la pesca nell’arte” svoltasi in occasione del Sim Fly Festival , ha inteso proseguire  il percorso  completandolo con la presentazione del catalogo della mostra.

Hanno partecipano gli artisti riunitisi nel gruppo “ON AIR”, di cui Felix Policastro è il direttore artistico”, G. Coppola, R. Cuccurullo, G.R. Iorio, R. Iossa, P. Lista e F. Policastro.
I fotografi A. Duke Caporaso e J. Naddeo.

Sono intervenuti alla presentazione delle installazioni e alla presentazione del catalogo, M. Di Guglielmo, per “Il Mulino Bencivenga”; G. Valentino, SIM – Scuola Italiana di pesca a Mosca;  F. Policastro, “On Air contemparary art”; P. Picone, Giornalista; M. Romano critico; G. Romano, critico.

Per la SIM – Scuola Italiana di pesca a mosca è intervenuto il socio istruttore Giosuè Valentino che ha ribadito la stretta correlazione tra arte e pesca a mosca che la SIM sta promuovendo da oltre 18 anni.

Durante l’evento ci sono state degustazioni di prodotti enogastronomici del “Mulino Bencivenga”, una fiorente azienda, guidata da Lorenzo Di Guglielmo, imprenditore e promotore di numerose iniziative culturali e visive.
Il “Mulino Bencivenga” è un antico mulino idraulico del 700, intorno ad esso, grazie ad  un progetto nato nel 2010, in circa venti ettari si producono in Biologico grani antichi, farro, ceci e fagioli e con un impianto molitorio di solo macchine antiche degli anni 50, rifunzionalizzate e modernizzate, con inverter e PLC, si producono con macine a pietra farine semi integrali naturali di elevatissima qualità con il controllo e la collaborazione del CNR di Napoli e l’ISA di Avellino.

Gli artisti hanno reinstallato nei giardini del podere le opere esposte a Castel di Sangro a giugno 2018 nell’ambito del 15° Sim Fly Festival ed hanno riscosso gli apprezzamenti dei critici e giornalisti presenti.

La Scuola Italiana di pesca a mosca proseguirà nei prossimi anni nell’impegno di coniugare l’arte contemporanea con l’affascinante mondo della pesca a mosca che consente di portare a conoscenza del vasto pubblico i principi ambientali e culturali di tale tecnica di pesca.

About LUCAC71