Home - Tecnica - Manuale didattico: Il lancio angolato rallentato

Manuale didattico: Il lancio angolato rallentato

Il Lancio Angolato Rallentato

Si tratta di un lancio angolato ma fatto sul piano verticale, con un’inclinazione dall’alto in basso molto accentuata e con una velocità molto ridotta.

Le escursioni della canna sono molto meno ampie che nell’angolato propriamente detto, avvenendo nello spazio compreso tra le ore 10 e 13, il momento spinta è nettamente meno energico ma sempre direzionale, la coda si distende quasi solo per caduta, con un loop il più stretto possibile, in modo che la parte di coda in movimento si muova parallela a quella trattenuta dalla canna, come se stesse cadendo verso il bersaglio.

L’angolato rallentato permette di posare la totalità del finale raccolto vicino alla punta della coda.

Si tratta di un eccellente lancio anti-dragaggio, efficace particolarmente in acque mosse e veloci, per pescare negli “occhi” dietro le pietre. Questo lancio ha come spazio di manovra le corte distanze, la posa del finale è quasi sempre raccolta e molto vicino alla mosca per cercare appunto che questa venga trascinata via dalla corrente dragando.

·         Utile per pesca in pozze d’acqua calma dietro le rocce, occhi, pesca in piccole finestre d’acqua calma in acque molto veloci e contrastate.

·         Distanze di lancio corte (la bassa velocità d’esecuzione non permette di raggiungere distanze elevate), naturalmente le capacità di controllo del pescatore non possono che influire positivamente su questo.

 

About LUCAC71