martedì , 16 Aprile 2024
Ephemera danica

Pillole di entomologia e costruzione – Maggio e Giugno 2023

Ephemera danicaI mesi di maggio e giugno rappresentano il periodo stagionale nel quale sono presenti tutte le specie di macroinvertebrati acquatici che affrontano il momento della riproduzione in un tripudio di sciami in volo (efemerotteri) e accoppiamenti più o meno celati sulle sponde dei corsi d’acqua e fra la vegetazione riparia (tricotteri e plecotteri). Fra le specie più rappresentative di questo periodo annoveriamo la celeberrima Mosca di Maggio, la regina delle effimere, e i grandi plecotteri della famiglia Perlidae; sono tutti insetti alati di grandi dimensioni molto appetiti dai pesci perché trovano in essi una notevole fonte di proteine.

La Mosca di Maggio (famiglia Ephemeridae) è rappresentata dal genere Ephemera con le quattro specie presenti sul territorio italiano: E. danica, la più diffusa su tutta la penisola, E. vulgata, meno diffusa della E. danica che però frequenta generalmente gli stessi ambienti, E. Glaucops, tipica delle acque più lente dei fiumi e quelle ferme dei laghi, E. zettana (sinonimo E. paulae), tipica del nord-est italiano; il periodo di volo di queste specie può essere ricompreso fra maggio ed agosto-settembre in relazione alle varie tipologie di zona e dall’andamento stagionale.

Ephemera danica subimago female
Ephemera danica subimago female (foto di Roberto Brenda)

La gamma delle tonalità dell’addome delle imago della Mosca di Maggio va dal bianco/avorio dell’E. danica al nocciola rossastro dell’E. Zettana, passando per il giallo pallido della E. glaucops, con ali trasparenti fortemente venate di nero, zampe e torace chiari o scuri a seconda della specie; l’addome, il torace e le zampe delle subimago è tendenzialmente sul beige chiaro più o meno macchiato di scuro e le ali di un colore grigio fumo con tonalità giallastre.

Ephemera zettana imago female
Ephemera zettana imago female (foto di Roberto Brenda)

Le imitazioni dedicate alla Mosca di Maggio sono centinaia, specialmente le inglesi Spent Gnat, Green Drake, ecc., e qui mostriamo dei classici modelli della II Serie di F.M. halford e della famosissima Serie Gallica di G. De Chamberet, assemblate su ami del #10-12.

Brown May Fly Halford
N. 3 Brown May Fly II Serie di Halford eseguita da Alfeo Busilacchio.

 

Ephemera Vulgata De Boisset
N 2 Ephemera Vulgata Serie Gallica di G. De Chamberet eseguita da Alfeo Busilacchio.

In Italia i plecotteri appartenenti alla famiglia dei Perlidae sono del genere Dinocras e Perla e lo stadio alato è rappresentato da grandi esemplari che raggiungono i 35 mm di lunghezza. Nel genere Dinocras il colore è generalmente scuro, testa, antenne e torace scuri, ali fortemente venate di scuro, addome e zampe grigio verde con tonalità leggermente giallastra; nel genere Perla il colore generale è marrone scuro tendente al rossiccio, testa rossiccio chiaro in P. grandis e scuro in P. bipunctata, zampe nocciola rossastro più o meno scuro, ali grigio rossastro.

Dinocras cephalotes
Dinocras cephalotes imago (foto di Roberto Brenda)

 

Perla grandis
Perla grandis imago (foto di Roberto Brenda)

Le imitazioni classiche a cui fare riferimento sono le anglosassoni Stone Fly di Alfred Ronalds e Leonard West, assemblate su amo #8-10 a gambo lungo.

 

N. 12 Alfred Ronalds
N. 12 Stone Fly di Alfred Ronalds eseguita da Alfeo Busilacchio.

 

N. 50 Stone Fly Leonard
N. 50 Stone Fly di Leonard West eseguita da Alfeo Busilacchio.

 

A cura della Direzione Entomologia e Costruzione della SIM.

About Roberto

Approdato alla pesca con la mosca artificiale nel 1976, ne trae il massimo della soddisfazione grazie al connubio con la passione della fotografia e delle scienze naturali.
CHIUDI
CHIUDI